Ai Vicerè

B&B a Palermo in centro, vicino al Teatro Massimo e Politeama. A due passi da tutte le attrazioni e al centro storico. Prenota adesso il tuo soggiorno e vivi la Palermo più autentica.

Esperienze, Tour

Palermo life: Cibo, arte e tradizioni

  • Durata: 4h
  • Giorni: tutti i giorni
  • Meeting point: Piazza Verdi davanti il Teatro Massimo
  • Lingua: Italiano, inglese, francese
  • Percorso: a piedi
  • Partecipanti: minimo 4
  • Costo a persona: a partire da €50
  • Inclusi: i ticket d’ingresso chiesa dell’ Immacolata concezione e 2 assaggi cibo da strada

Breve descrizione del Palermo life Tour: Cibo, arte e tradizioni

Tour esperienziale per entrare a contatto diretto con la vita della città, le tradizioni artigianali e culinarie e alcune realtà sociali che la caratterizzano.
Una guida turistica autorizzata, ovvero una palermitana amante dell’arte e della propria città, vi farà conoscere la vera Palermo, quella fatta di bellissime opere d’arte ma anche di persone, cibo e realtà sociali.

Cosa Faremo lungo il Percorso

Conducendovi tra alcuni dei luoghi principali della città, come i mercati storici, ed alcune delle eccellenze artistiche che la città custodisce, la guida vi farà scoprire leggende, dicerie popolari, gli artigiani di una volta e il cibo che da sempre ha unito culture e popolazioni diverse.

Da Sapere sul Tour

Percorso a piedi della durata di circa 4h. Necessarie scarpe comode, tanta curiosità e voglia di sperimentare cibi nuovi.


Descrizione life tour

Il percorso si snoda attraverso i mercati storici della città, animati dalle caratteristiche “abbanniate” dei venditori che cercano di attirare l’attenzione dei passanti ed evocanti le atmosfere dei suq arabi per i profumi e i colori della merce (frutta, ortaggi, carne e pesce) disposta a bella vista sui banconi lungo le vie del mercato, e i tendoni colorati che coprono le vie per proteggere i prodotti dal sole e dalla pioggia. Visiteremo la Chiesa dell’Immacolata Concezione, gioiello barocco custodito all’interno del mercato del Capo, impreziosita dai marmi mischi e tramischi di valenza simbolica, tipici della produzione artistica siciliana del XVII e XVIII sec.
Durante il tragitto ci soffermeremo davanti botteghe e laboratori dove ancora vengono svolti antichi mestieri tradizionali come quello del decoratore di Carretti Siciliani, e quello del Mastro Puparo.

Visita alla bottega del Puparo Vincenzo Argento.
Una rarità, un tesoro prezioso del patrimonio materiale e immateriale del folclore siciliano, da tutelare e promuovere affinché si mantenga in vita.
Avremo il privilegio di incontrare uno degli ultimi maestri Pupari, il sign. Argento, custode di una pratica antica, e testimone di “altri tempi” che porta avanti la tradizione di famiglia dell’Opera dei Pupi, avviata nel 1983 e proclamata “Patrimonio orale e immateriale dell’umanità”, dall’Unesco.
Ci soffermeremo qualche minuto davanti la Cattedrale di Palermo, edificata nel 1185 per volontà dell’Arcivescovo Gualtiero Offamilio e più volte modificata nel corso dei secoli. Per la pluristratificazione di elementi architettonici e decorativi che la caratterizzano si propone come testimonianza diretta ed evocatrice della vicenda storica e artistica, che ha interessato Palermo nel corso dei secoli, legata al passaggio delle varie dominazioni che giunsero in Sicilia e che lasciarono la loro impronta nel luogo simbolo per eccellenza del potere religioso.
Ci recheremo al mercato di Ballarò, cuore pulsante del quartiere dell’Albergheria, pronti per conoscere le specialità tipiche della tradizione culinaria siciliana, ed assaporare le varietà di cibo da strada che la città propone.

Il percorso si conclude presso il centro di Coworking Moltivolti, uno spazio relazionale, un luogo, dove i giovani imprenditori condividono le loro esperienze di lavoro e cooperano insieme; un luogo in cui diverse realtà lavorative interagiscono e progettano insieme, scambiandosi competenze e professionalità per proporre un servizio o un’offerta di qualità.
Una nuova forma di lavoro già affermata nelle grandi città di tutto il mondo e che da qualche anno sta prendendo campo anche a Palermo.

Il centro di Coworking Moltivolti inoltre si propone come realtà perfettamente integrata nel territorio nel quale si inserisce, un quartiere caratterizzato dalla presenza di diverse comunità straniere, un quartiere multietnico, con il quale interagisce proponendo nello spazio di ristorazione piatti multietnici e iniziative culturali che coinvolgono il territorio e lo riqualificano: workshop, seminari, incontri, discussioni, mostre, concerti, serate a tema, contest di cucina straniera, danze multietniche ecc..

Contatti:
Simona Sciortino
Tel . +39 333 4586511
e-mail. simonasciortino@hotmail.com
www.facebook.com/simonatourguide/