Guglielmo Tell al Teatro Massimo

dal 23 al 31 gennaio

Guillaume Tell, ultima opera di Gioachino Rossini, approda al Teatro Massimo di Palermo.

Tratto dal dramma omonimo Friedrich Schiller e dal racconto La Suisse libre di Jean-Pierre Claris de Florian. Per la prima volta fu rappresentato all' Operà di Parigi nel 1829.

Guillaume Tell un 'opera di proporzioni immense. Nell'edizione senza tagli, eseguita in occasione del Rossini Opera Festival nel 1995 la sua durata era di circa cinque ore e mezza.

La trama è articolata su tutto il processo di liberazione del popolo sizzero, che si trova sotto il dominio austriaco.


La leggenda narra che la famiglia Tell vivesse nel Canton Uri, precisamente a Burglen, dove Guglielmo e la famiglia vivendo per lo più di caccia.
Guglielmo si distingueva dagli altri cacciatori per l’abilità nella caccia con la balestra. Guglielmo Tell è un personaggio avvolto da leggenda e mistero. Eroe nazionale svizzero, vissuto tra il XIII ed il XIV secolo, sebbene sulla sua reale esistenza ci siano ancora numerosi dubbi.

Gessler, amministratore dei beni della famiglia degli Asburgo fece erigere nelle terre dell’ Impero il “Cappello Imperiale”. davanti al simbolo esposto in tutte le piazze tutti i passanti si dovevano inchinare, pena la confisca di tutti i beni materiali e il rischio di condanna a morte per delitto di lesa maestà.

Guglielmo commise proprio questo errore, non si inchinò davanti al cappello asburgico. Venne quindi citato e dovette comparire davanti ad un tribunale pubblico nella piazza e presieduto da Gessler stesso.
Condannato a morte, Gessler gli propose uno scambio: salvarsi la vita se fosse stato in grado di centrare una mela posta sulla testa di suo figlio. Tell accettò e riuscì nell’impresa: colpì la mela con una sola freccia. Ma gli venne trovata una seconda freccia, nascosta nella giacca, destinata ad uccidere Gessler nel caso la prova non fosse riuscita.


Dal 23 al 31 gennaio Guglielmo Tell verrà rappresentato al Teatro Massimo DI Palermo uno spettavolo imperdibile.


Tell venne immediatamente arrestato e condotto verso la prigione di Kussnacht su un isolotto nel mezzo del lago di Zugo. All’improvviso, durante la traversata, una tempesta si abbattè sul lago: Tell convinse i suoi carcerieri a liberarlo per poter portare in salvo la barca. In effetti in pochi istanti Guglielmo Tell portò la barca sulla sponda del lago, approfittandone per sfuggire alla guardie.
Si nascose per tre giorni tra i boschi che circondavano il lago, ed il terzo giorno, appostatosi lungo la via che portava a Zurigo, ebbe l’occasione di uccidere Gessler, e non se la fece sfuggire.
La leggenda prosegue narrando di come i popoli svizzeri, venuti a conoscenza delle gesta di Tell, insorsero contro gli amministratori asburgici, liberando la Svizzera dagli Imperatori nel 1315. Si narra che Tell abbia preso parte alla battaglia finale contro l’esercito degli Asburgo nei pressi di Morgarten. Tell simbolo di ribellione contro il potere a difesa del popolo svizzero.


Al Teatro Massimo di Palermo Il Gulliemo Tell dal 23 al 31 gennaio.


Certa è invece la fama e l’attrattiva che le sue gesta hanno generato soprattutto nel mondo dell’arte e della letteratura.


Protagonista dell'opera, Guillaume Tell, che guiderà il suo popolo verso la desiderata libertà.


Interpretato da Roberto Frontali e Davide Damiani.
Gli altri protagonisti dell'opera di Rossini sono:
Arnold Melcthal, congiurato svizzero interDmitri Korchak/Enea Scala
Walter Furst, congiurato svizzero interpretato daMarco Spotti
Melcthal, padre di Arnold Emanuele Cordaro
Jemmy, figlio di Guillaume Tell interpretato da Anna Maria Sarra
Gesler, governatore dei cantoni di Schwitz et d'Uri interpretato daLuca Tittoto
Rodolphe, capo degli arcieri di Gesler (Matteo MEZZARO)
Mathilde, principessa degli Asburgo, che governerà la Svizzera (Nino Machaidze)
Hedwige, la moglie di Guillaume Tell interpretata da Enkelejda Shkoza

In occasione dei 150 anni dalla morte del compositore Rossini, il Teatro Massimo di Palermo ospiterà il Guillaume Tell, opera in quattro atti, dal 23 al 31 gennaio 2018 presso la Sala Grande.

L'intero allestimento sarà curato dal Teatro Massimo, con la prima esecuzione a Palermo dall'edizione in lingua francese.

COOMPRA IL TICKET 

Dove

Prenota Adesso

...dicono di noi

Palermo a capodanno

Gestito da personale giovane, professionale e simpatico...

fonte: B&B situato nel centro storico di PalermoB&B situato nel centro storico di Palermo